Come Consumare Meno Calorie in Modo Semplice

Spesso la fatica della dieta risiede soprattutto nel pensiero di essere a dieta e di dover rinunciare a tutti i piaceri della tavola. Se davvero partiamo con parecchio peso da smaltire, questo può essere vero per i primi tempi, poi possiamo passare dal conto forsennato delle calorie a una serie di trucchetti più smart e socialmente utili. Come sempre si tratta più di correggere abitudini sbagliate che di infliggersi sempre un’alimentazione incolore. Ecco cinque piccoli esempi per essere soddisfatti e risparmi almeno 1300 calorie.

Meglio accompagnati. Se parliamo solo di peso e calorie, scegliendo piatti tristi e mai, nessuno vorrà più accompagnarci al ristorante. Niente di più sbagliato, però, perché chi ci accompagna fuori a pranzo o a cena, oltre ad essere un perfetto alleato per le chiacchiere, può essere un impagabile sodale per i peccati di gola. Alla fin fine, per essere felici, non serve una porzione intera di dolce o di patatine, tanto per citare due tentazioni non propriamente ipocaloriche. Una porzione per due soddisferà i vostri palati, consentendovi di risparmiare circa 300 calorie… e un po’ di euro dal conto finale.

Meglio cambiare formula. Le ricette non sono formule magiche, segrete e inalterabili. Se abbiamo voglia di un piatto che ci piace molto ma sappiamo trattarsi di una bomba calorica, proviamo a riconsiderare gli ingredienti secondo la possibilità di sostituirli. La margarina al posto del burro (nei dolci), l’olio crudo al posto dell’olio cotto (nei sughi), il vapore o il forno al posto della frittura (nelle melanzane per la parmigiana), lo yogurt magro al posto della maionese: tutto concorre a ridurre le calorie (fino a 400) e ad aumentare la digeribilità.

Non scarpettare. Risulta essere vero, talvolta non c’è soddisfazione più grande, ma non sempre vale la pena mangiare tutto quello che ci viene servito nel piatto. Anche perché non sempre merita la scarpetta! Proviamo piuttosto a mangiare lentamente e a lasciare metà della porzione, chiedendo di poter portare via il resto. Finalmente anche in Italia chiedere la doggy bag non è un reato, mentre sempre più ristoranti consentono di chiedere porzioni apposite. Anche se ci portiamo il rancho da casa, possiamo imparare a dividere le porzioni, rispettando finalmente anche la regola dei cinque pasti, perché sarà più facile suddividere il cibo in diversi momenti.

Condiscila. Esigi sempre insalata e contorni sconditi. Eviterai salse e salsine e potrai controllare la quantità di grassi e sale che introduci nella tua dieta giornaliera. In ballo ci sono circa 150 calorie che potresti giocarti in maniera molto più peccaminosa…

Via la noia. Il cibo è nutrimento e divertimento, ma gli snack di per sé non hanno alcun potere di distrarci. Anzi. Spesso rischiano di diventare un’ossessione ben più della noia che cercavano di tamponare con noccioline, biscottini, salatini e altri “diabolici-ini” in agguato sul piattino che ci siamo portati sulla scrivania. Meglio non rischiare, lasciamo le tentazioni lontane e se proprio ci sale una noia incredibile… facciamo due passi, allunghiamo la schiena con esercizi morbidi o leggiamo una pagina del libro che non avremo certo dimenticato di portare… Quando si dice cibo per la mente.

Molto interessante.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto