Come Installare i Pannelli Radianti

Questo tipo di riscaldamento è costituito da serpentine in materiale plastico o rame che vengono inserite in pannelli da collocare sotto il pavimento, nell’intonaco del soffitto o delle pareti, oppure nei battiscopa. Al loro interno scorre acqua calda.

I pannelli sono radianti, cioè trasmettono calore per irraggiamento. L’acqua calda delle serpentine riscalda la superficie del pannello (a pavimento, parete o soffitto che sia) e questa diventa, a sua volta, un elemento riscaldante con cui si entra in contatto, quindi la temperatura non deve essere troppo alta. In genere è ottimale se raggiunge i 24 o 25 gradi.

Abbina il sistema di riscaldamento a pannelli su impianti che producono acqua calda a basse temperature (come caldaie a condensazione, pompe di calore o pannelli solari). In questo modo ottieni un maggiore rendimento, con un notevole risparmio energetico. Inoltre, ricorri a sensori che controllano la temperatura in ogni stanza e permettono di effettuare una regolazione del riscaldamento in funzione delle proprie necessità.

I pannelli non occupano volumi nella stanza, ma in ogni caso limitano l’utilizzo di alcune aree, per esempio, se sono nel pavimento, non mettere moquette o tappeti che, in quanto isolanti, ridurrebbero la trasmissione di calore. Se i pannelli sono nelle pareti, evita di addossare i quadri. Questo sistema di riscaldamento garantisce una buona distribuzione della temperatura, non favorisce il sollevamento della polvere e secca meno l’aria rispetto ai termosifoni.

Puoi impiegare i pannelli radianti anche per rinfrescare l’ambiente, facendo circolare acqua fredda (13-15° C). Se la casa è in costruzione, l’installazione di questo tipo di impianti è più semplice, perchè sono sempre necessarie opere murarie. In caso di malfunzionamento, intervieni con opere murarie.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto